strofa uno
Buon Natale stronzi...e a chi è simile voi a cui Dicembre non gli tornano mai i conti...ma come babbi gonfi,e rigonfi di

merce a grossi costi, ma colmi di aria come bonghi....ci manca che ti compri il puzzle della vita che pensi, ma più lo

monti e ti mancan sempre i pezzi! E più attorno ti ronzi, e non vedi i tuoi difetti, e più vai in giro per negozi e più calano i

sentimenti...ma cosa vuoi che dica c'è qualcuno che sta male e più sta male e più lui ha fame e più lui ha fame e più non

può campare...e questo anche a Natale ma che fare, più è l'amore che ci unisce e più è l'odio che ci separa e andiamo a

male!Un fine anno di ricchezza e povertà messe in contrasto, un fine anno fra battaglie, delusioni, e quant'altro...un fine

anno di ricatti, contratti, tra fatti e strafatti, tra sfratti e disfatti e misfatti, fra politici distratti e bisogni insoddisfatti,tocca

fare regali ai parenti? Humm...meglio ai ratti! Tanti auguri a tutti quanti, a chi vive sui cartoni o sui diamanti, ai docili e ai

furfanti, chi è umile da anni e a chi si fa di mille vanti, chi prega per i contanti o per essi si affida ai santi! Ma

senti...babbo,yo, cerca almeno quest'anno, see, di regalarci qualcos'altro, lancia un pò dall'alto polvere di coraggio e

entusiasmo per quelli che non ne hanno poi tanto! Buone feste ad ogni altro che per caso si ritrova a festeggiare

un'altra volta in una casa sempre vuota, una persona sola,quattro uova, vino e soia, la noia è il suo nodo in gola, chiude

gli occhi e poi l'ingoia, che funziona soltanto dell'albero la rete elettrica, eclettica che sotto il camino i bambini eccita, e

in città troppe luci e freddo quando nevica, un Buon Natale a tutti quanti e che sta rima sia benefica!

(Grazie a poncharello per questo testo)


Ваше мнение



Капча

Рекомендуем