Vagavo in cerca di un amico con parlare
Della mia vita apparentemente fuori dal normale
Dei miei rapporti con le ragazze minorenni
Della mia sopravvivenza a tutti gli inganni
Di come ci si sente a non guadagnarci mai niente

Volevo partire, andare fuori, cambiare Nazione
Fino ad allora tutto mi pareva pieno di desolazione
I suoi complimenti sul mio nuovo lavoro
Il suo continuo cercare in me un tesoro
Ora un po' lo rimpiango
Vedeste quando solo rimango

Ma non so quello che tu hai pensato
Ma non so perchГЁ mi hai lasciato
Ma non so quello che tu hai pensato
E quella rosa non mi pareva piГ№ rossa
E quella rosa non mi pareva piГ№ rossa

Sono il contadino che non ha piГ№ la terra
Tutto ГЁ sparito, volato sopra una stella
Con il cuore spezzato, non si va molto lontano
Meglio affogare ubriachi su un divano
Dov'ГЁ la mia via d'uscita
Mi sento una pecora smarrita

Non sono un santo ma neanche un dannato
E spero solo di non essermi sbagliato
sul conto di chi ti cerca di essere amico
Ma che di te non vale neanche un dito

E adesso voglio festeggiare
A questo non voglio piГ№ pensare

Ma non so quello che tu hai pensato
Ma non so perchГЁ mi hai lasciato
Ma non so quello che tu hai pensato
E quella rosa non mi pareva piГ№ rossa
E quella rosa non mi pareva piГ№ rossa

Conservo ancora il tuo regalo di San Valentino
Solo tu mi potevi regalare un comodino
Con sopra dipinta una grande rosa rossa
E quel tuo orgoglio quando mi hai detto "Per te l'ho affissa"
E la notte stava scendendo
Aspetta un attimo che mi riprendo

Ora lavoro all'agenzia di viaggi vicino alla chiesa
Un pomeriggio ti ho vista, passavi, andavi a fare la spesa

E se per un momento son tornato al nostro amore
E' stato solo un piccolo, stupido errore
Che faccio ogni mattina
Che ho fatto la sera prima

Ma non so quello che tu hai pensato
Ma non so perchГЁ mi hai lasciato
Ma non so quello che tu hai pensato
E quella rosa non mi pareva piГ№ rossa
E quella rosa non mi pareva piГ№ rossa

(Grazie a Nicola per questo testo)




Ваше мнение



Капча